Una visita fuori orario

Indice articoli

Prima di andare dal Capo si era fermata al bar dell’ospedale a farsi un caffè doppio. Che non mi venga da piangere come l’ultima volta, aveva pensato.
Salì le due rampe di scale controllando il livello di ansia che le girava per lo stomaco e all’AVANTI entrò nello studio del dottor Zorzenoni.
Constatò che c’era anche il Vice e la qual presenza l’aveva messa in conto. Passò a spiegare il perché aveva chiesto l’incontro: ufficio decimato dalle assenze.
La Boldrin a casa con il gesso alla caviglia e sarebbe rientrata, conclusa la riabilitazione, fra un mese. La Giuliato con la sciatica (e frignona com’è, pensò) si sarebbe fatta viva a guarigione completa.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

A.L.A
Associazione Liberi Autori
C.F. 90163650279